, , ,

Come pulire il forno a microonde

Alleato quotidiano per chi è sempre di corsa, il forno a microonde non delude mai chi dimentica di scongelare una pietanza, ha una voglia improvvisa di una tisana o, di prima mattina, non sa rinunciare al latte caldo. Peccato, però, che queste, come tante altre mansioni che affidiamo a questo elettrodomestico, contribuiscano alla formazione di cattivi odori e incrostazioni da eliminare. Come pulire il forno a microonde, dunque? In maniera veloce grazie agli strumenti giusti come panni in microfibra e detergenti rigorosamente naturali.

 

La pulizia interna del forno a microonde si inizia con l’estrarre il piatto girevole al centro, elemento ormai sempre presente in tutti i modelli. Questo componente, generalmente in vetro o plexiglass, può essere lavato alla stregua di piatti e posate per poi essere riposto una volta pulito il resto. Si prosegue, quindi, utilizzando un metodo infallibile: si porta a temperatura elevata per 3-4 minuti un contenitore adatto al microonde al cui interno misceleremo acqua e un detergente naturale.  Quest’ultimo può essere aceto bianco – acido al punto da dissolvere residui senza danneggiare i materiali – ma anche limone, il più famoso sgrassatore naturale, così come il bicarbonato, noto per il suo potere anti-incrostazioni. Una volta trascorso il tempo previsto, il vapore acqueo creatosi aiuterà non solo a sciogliere lo sporco ma ad ammorbidire anche le incrostazioni più ostinate. Ed è in questo momento che interviene un panno in microfibra asciutto per fare piazza pulita di questi sgradevoli residui di cibo.

 

>> Leggete anche: “Vileda Actifibre è un panno completamente diverso, vi spieghiamo perché!

 

Ora che il forno a microonde è tornato come nuovo al suo interno si può passare alla pulizia esterna, altrettanto importante. Saremo fortunati se ci dovremo limitare solo alla rimozione della polvere con un panno in microfibra, mentre nel peggiore dei casi dovremo occuparci di ditate o aloni più difficili. In questo caso si potrà rimediare con un altro panno in microfibra da bagnare con una miscela fatta di acqua e bicarbonato, perfetta per strofinare. Per un vetro frontale lucido e brillante, invece, si dovrà ripetere l’operazione sostituendo al bicarbonato l’aceto bianco, perfetto per contrastare qualsiasi alone.

 

Soddisfatti del risultato finale? In poche e semplici mosse il vostro forno a microonde è tornato a risplendere e funzionare!

Ti è piaciuto?

0 points
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

Commenti ()