,

Pulizie di Primavera Step by Step – 3: come pulire i filtri del condizionatore

Sicuramente molti di voi ne avranno uno o più di uno in casa… alcuni addirittura – una volta entrato a far parte della vita domestica – non ne potrebbero più fare a meno… ma quanti realmente se ne prendono cura?

 

Come avrete già intuito (il titolo di questo post non lascia dubbi in merito) stiamo parlando del climatizzatore! 

 

Da sempre compagno fedele del vivere domestico, nei giorni più freddi come nelle sere d’estate (quelle torride che tolgono il sonno), l’azione del suo split ci ripara dagli sbalzi climatici, regalandoci sempre un microclima consono alle nostre esigenze. 

 

Se è vero che tutti lo utilizzano però, è anche vero che in realtà poche persone ne effettuano una manutenzione regolare. Prendersene cura invece, oltre ad essere necessario per assicurare il funzionamento ottimale del dispositivo, è ancor più importante per tutelare la nostra salute.

 

La parte più delicata della quale effettuare manutenzione – almeno una volta l’anno – sono senza dubbio i filtri: intrappolati tra le loro trame infatti, si annidano cumuli di polvere i quali ospitano batteri di ogni genere che vengono inalati quotidianamente.

 

Ma come fare a pulire i filtri del climatizzatore?

 

Prima di tutto, inutile dirlo, vi consigliamo di staccare la corrente! La sicurezza è molto importante quando si tratta di lavorare a contatto diretto con gli elettrodomestici 🙂

 

Munitevi preventivamente di una mascherina per evitare di respirare la polvere presente nei filtri, quindi consultate il libretto di manutenzione del condizionatore per capire esattamente come dev’essere aperto il pannello di copertura grigliato che ricopre esternamente lo split.

 

Gran parte di questi pannelli sono molto semplici da smontare; con l’aiuto di una scala vi basterà salire ad altezza dello split e mettere le dita nelle apposite scanalature tirando simultaneamente verso l’alto (oppure verso il basso – in base al modello) fino al punto d’incastro, così facendo la copertura si aprirà.

 

Vi troverete davanti il primo filtro – quello anti polvere – costituito da uno o più telai di rete sottile. Estraetelo delicatamente afferrandolo dalla parte inferiore e tirandolo prima verso di voi per sganciarlo e poi verso il basso.

 

Una volta che avrete estratto il filtro anti polvere, munitevi di una bacinella riempita con acqua calda e aceto bianco (oppure detergente neutro); al suo interno immergete – per una decina di minuti – il filtro e strofinate delicatamente con la spugna Abrasivo Glitzi 3in1 dalla parte blu in microfibra per rimuovere via tutto lo sporco e i residui di polvere; risciacquate infine i filtri sotto l’acqua corrente e poi lasciateli asciugare all’aria aperta.

 

All’interno dello split sarà presente anche un secondo filtro – “a carboni attivi” – il quale svolge la funzione di purificare l’aria dai cattivi odori.

 

Immergete anche il filtro “a carboni attivi” per circa 25 minuti in una soluzione composta da detergente neutro e acqua. Una volta pulito, risciacquate abbondantemente con acqua fredda e mettetelo ad asciugare evitando l’esposizione diretta col sole.

 

Se volete effettuare una pulizia che vada ancor più in profondità, esistono in commercio (reperibili facilmente anche su internet) degli spray igienizzanti specifici per i filtri dei condizionatori d’aria, se ne siete già in possesso potete spruzzarne un po’ direttamente sul filtro e risciacquare ulteriormente.

 

Una volta che avrete entrambe i filtri puliti e igienizzati rimontateli negli appositi alloggiamenti. Adesso potrete ripristinare la corrente elettrica!

 

Quindi accendete il climatizzatore per almeno mezz’ora facendo disperdere nell’ambiente il prodotto igienizzante; in questo lasso di tempo consigliamo di areare il locale ed evitare di essere presenti nella stessa stanza in cui il condizionatore è in funzione.

 

La parte esterna dello split sarà ancora più facile da pulire; basterà dotarvi del Panno Microfibre Polvere, appositamente studiato per catturare ed intrappolare anche la polvere più fine e resistente.

 

Utilizzatelo da asciutto per strofinare la superficie, grazie alla sua eccezionale azione elettrostatica e la soffice microfibra, agirà delicatamente sullo split senza graffiarlo.

 

Et voilà! Adesso potrete godervi tutto il piacere di un ambiente climaticamente controllato respirando solo aria salubre.

 

E voi, prima d’ora, avete mai pulito i vostri climatizzatori? Raccontateci la vostra esperienza e commentate se avete altri suggerimenti utili!

 

N.B.: Se anche a casa vostra c’è chi “abusa” del condizionatore – attivandolo a temperature polari d’estate e calure infernali d’inverno – ricordategli che la differenza di temperatura tra l’aria esterna e quella interna non dovrebbe superare i 7 gradi 😉

 

Cercate altri consigli per le pulizie di Primavera? Leggete anche:

 

Pulizie di Primavera step 1 – Il cambio di stagione

Pulizie di Primavera step 2 – La pulizia dei vetri

Pulizie di Primavera step 4 – Prendersi cura di tapparelle e infissi

Pulizie di Primavera step 5 – I segreti di una tenda perfetta

Ti è piaciuto?

0 points
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

Commenti ()