, , ,

Soluzioni per pulire il rame

Grazie alle sue caratteristiche peculiari, come la conducibilità termica, la facilità di lavorazione e la resistenza alla proliferazione di batteri, il rame è un metallo molto utilizzato in vari campi, anche nella realizzazione di pentole e stoviglie. Purtroppo, con l’utilizzo e i lavaggi frequenti, questo si usura, formando sulla superficie delle patine che ne fanno cambiare il colore. Per questo, vogliamo darti alcuni semplici consigli per far durare più a lungo le tue pentole in rame!

Normalmente, lavare le pentole con la lavastoviglie non le danneggia, ma velocizza il processo di usura; faresti meglio a lavarle a mano con un detersivo per i piatti e con una spugna morbida. Gli oggetti in rame che utilizzi di meno dovresti lucidarli con un pulitore per rame e ottone: serviti di un pezzo di cotone idrofilo per strofinare il prodotto sull’oggetto da pulire, quindi risciacqua e asciuga con un panno morbido. In alternativa, potresti versare il prodotto in un recipiente con l’oggetto e lasciare agire per qualche minuto. Dovresti comunque pulire periodicamente gli oggetti in rame per evitare la formazione dello strato di verderame, molto difficile da eliminare.

Vuoi un utile rimedio fai da te? Metti dell’aceto caldo in una tazzina e unisci un cucchiaio di sale finissimo, avendo cura di miscelare fino a formare una poltiglia; con il cotone idrofilo e la soluzione ottenuta, strofina l’oggetto, quindi risciacqua e asciuga. Se l’incrostazione non dovesse andar via, prova ad aggiungere due cucchiai di farina.

Ricorda di indossare sempre dei guanti quando utilizzi questi rimedi. E le tue pentole di rame saranno sempre lucenti! 😉

Ti è piaciuto?

0 points
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

Commenti ()